Paesaggi naturali

La protezione e la tutela dei paesaggi naturali è una delle priorità di Riva Bella Thalasso

La protezione degli eccezionali spazi naturali presenti all'interno del complesso di Riva Bella, in Corsica (la duna, la spiaggia, la macchia, lo stagno salato, le specie selvagge, la flora endemica, ecc.), necessita un investimento costante.

Il complesso di Riva Bella è attivamente coinvolto nella tutela e la protezione di siti naturali, ad esempio partecipando alla cogestione dello stagno di Terrenzana in collaborazione con il Conservatorio del Litorale di Francia in Corsica (in francese Conservatoire du Littoral de France en Corse). Lo scopo è quello di limitare l'impatto delle attività turistiche privilegiando il turismo responsabile; sensibilizzare l'opinione pubblica sulla problematica dell'ecoturismo in Francia e sulla biodiversità degli spazi naturali del complesso; organizzare delle campagne di restauro e di ricostruzione delle dune.

La duna, la spiaggia, la macchia e lo stagno salato formano un mosaico di paesaggi e di ecosistemi da scoprire!

Il complesso di Riva Bella è circondato a sud dallo stagno salato di Terrenzana, a nord dal residence, gli alloggi, il campeggio e le infrastrutture all'interno della macchia, ad ovest da una vasta distesa di natura selvaggia e ad est dalla spiaggia, bagnata dal mar Mediterraneo

Lo stagno salato di Terrenzana

Lo stagno di Terrenzana è uno stagno salato, ragione per cui non attira le colonie di zanzare. Al contrario, la presenza di gechi e di numerosi anfibi che se ne nutrono ha come effetto di allontanarle.

Lo stagno, che comunica con il mare in alcuni punti, costituisce un habitat importante per le specie selvagge. Esso è rimasto uno spazio naturale, protetto dal forte inquinamento. La vegetazione e la fauna che lo popolano richiamano i paesaggi naturali dell'era premoderna.

La macchia mediterranea corsa

La macchia mediterranea è una formazione vegetale arbustiva, più bassa di una foresta, molto folta, costituita prevalentemente da piante resistenti alla siccità. Tipica dei paesaggi corsi e del Sud della Francia, essa accoglie varie specie vegetali (arbutus unedo, myrtus communis, cistus, erica arborea, quercus ilex, pistacia lentiscus, ecc.).

Sul litorale e sui pendii più caldi, coabitano le specie della macchia mediterranea, della gariga (helichrysum, lavandula, rosmarinus, thymus, ecc.) e la flora esotica (opuntia ficus-indica, agave americana, aloe, eucalyptus globulus, citrus medica, ecc.).

La duna

La duna accoglie una vegetazione ricca e variegata (lotus cytisoides, anthemis maritima, crucianella maritima, medicago marina, sporobolus pungens, otanthus maritimus, ecc.), tra cui il juniperus oxycedrus, endemico della Corsica, che cresce nella sabbia.

È importante prendersi cura di tali specie endemiche e selvagge ed evitare di calpestarle o di estirparle, poiché permettono di combattere l'erosione del terreno.
La duna accoglie una vegetazione ricca e variegata...